New Entry Tenuta SCOVAVENTI - Maremma, Toscana

E' sempre un piacere annunciare una nuovo azienda e nuovi prodotti all'interno del nostro portale. Però, oltre a prodotti speciali noi de La Degustazione cerchiamo "persone" e progetti speciali. Tenuta Scovaventi è tutto questo ed anche di più....


LA STORIA DI TENUTA SCOVAVENTI



Share · Facebook · Twitter · LinkedIn
 
 
La Degustazione a Vinnatur 2016

 Ecco un breve reportage fotografico del nostro viaggio attraverso il mondo dei vini nelle fiere di aprile.

Vinnatur a Villa "la Favorita" è stata la nostra prima tappa, abbiamo incontrato con piacere Giovanni dell'azienda Pian del Pino che ci ha ancora stupito con i suoi vini naturali veramente interessanti. Il suo ramato/rosato Marì è sempre più autorevole e a nostro avviso è uno dei migliori vini naturali in circolazione. Ottimi anche i rossi e tra questi il chianti e il particolarissimo Salix, ottenuto dalla vinifazione in purezza del Colorino del Valdarno (unico esempio? crediamo proprio di si!!!), complimenti Giovanni.

Sempre a VinNatur abbiamo incontrato l'energica Maria Teresa della Masseria Starnali che in compagnia del figlio ci ha deliziato con la falanghina Maresa dai sentori veramente unici dovuti ad un terroir tipico quale quello della zona vulcanica di Roccamonfina. Complimenti MAria Teresa e grazie per la tua forza e i tuoi, sempre interessanti, racconti di vita....





Share · Facebook · Twitter · LinkedIn
 
 
La Degustazione al ViVit e Vinitaly 2016

Al Vinitaly quest'anno sembrava ci fosse sempre più gente, soprattutto gli stand del ViVit sono stati presi d'assalto.

Nel nostro Tour ci siamo fermati dall'amico Antonio di Camerlengo (Basilicata) con i suoi Accamilla e Antelio, abbiamo degustato i vini di Paraschos con particolare piacere gli ottimi vinificati in anfora e ci siamo fermati allo stand della Fattoria La Maliosa (Toscana, GR) dove con grande piacere abbiamo scoperto, oltre agli ottimi vini naturali, anche un incredibile olio monocultivar di Leccio del Corno. Per essere una prima produzione devo dire che si tratta di uno splendido olio, complimenti vivissimi ad Antonella. A breve vi racconteremo meglio di questo campione a cui abbimao dedicato la foto in copertina.






Share · Facebook · Twitter · LinkedIn
 
 
La Degustazione in Sicilia. Parte I

 LaDegustazione in Sicilia. Etna.
...su consiglio dell'amico Gino,
che non finiremo mai di ringraziare, abbiamo trascorso alcuni giorni
presso un b&b ai piedi dell'Etna, tra i paesi di Castiglione,
Verzela e Passopisciaro, zona di produzione del nerello mascalese che
tanto successo sta riscuotendo nel mondo vinicolo.
Il Tanaceto (www.iltanaceto.it)
è una struttura recentemente ristrutturata da Mariolina e Saro che
hanno aperto al pubblico i primi giorni di maggio le loro 5 camere.
Si tratta di un vecchio palmento (nome con il quale in Sicilia si
chiama il locale dove si torchiavano le uve e si faceva il vino) e due
casolari ristrutturati ed accoglienti, curati nei particolari, oltre ad
una bella piscina realizzata nel rispetto totale dell'ambiente
circostante. L'atmosfera è di tranquillità e completo relax, La
posizione ai piedi dell'Etna è perfetta per chi vuole andare alla
scoperta dei molti produttori di vino e olio della zona o per escursioni
sull'Etna (in pochi minuti si arriva ai 1800 metri di Piana Provenzana)
o alle gole dell'Alcantara. Un posto incantevole.
Ma ancora più
piacevole è l'accoglienza che vi riservano i proprietari Saro e
Mariolina che dopo molti anni passati a lavorare nel turismo di qualità
in Sicilia hanno deciso di intraprendere questa nuova avventura.
Mariolina vi saprà indicare in maniera chiara ed efficace la non
semplicissima strada per arrivare, con il suo innato gusto ha arredato
il palmento che vi accoglie per le colazioni naturali a base di torte
fatte in casa e prodotti della zona.
È un piacere scambiare opinioni
con Saro che vi racconterà come è cambiata la vitivinicoltura sull'Etna
negli ultimi decenni e soprattutto vi stupirà con la sua splendida
cucina fatta di prelibatezze realizzate con i prodotti del proprio orto.
Indimenticabili i "peperoni ammollicati" e la ratatouille di melanzane e
peperoni. Cosa dire infine della splendida parmigiana di melanzane
violette preparata da Mariolina.....
Un posto unico dove ci si sente
a casa, un b&b con servizi da hotel 4S, complimenti a Mariolina e
Saro. Noi torneremo sicuramente....



Share · Facebook · Twitter · LinkedIn
 
 
ACQUISTA IL VERO OLIO EXTRA VERGINE....

Olio extravergine EVO, PRODUZIONE 2015....



L'OLIO IL VERO EXTRAVERGINE DIRETTAMENTE A CASA VOSTRA....



SE VI VOLETE BENE ACQUISTATE UNA BOTTIGLIA D'OLIO





Share · Facebook · Twitter · LinkedIn
 
 
L'Oriente de La Degustazione - Il Diario di Viaggio - Shangai 2015

L'ORIENTE DE LA DEGUSTAZIONE

DIARIO DI VIAGGIO 

ALLA VIGILIA DEL VIAGGIO FLAVIO CI RACCONTAVA COSI' "Siamo alla vigilia della partenza verso l'ignoto : il mondo della
Cina, di certo non quello conosciuto in TV ne visto con la
spensieratezza del turista o con la bramosia del commerciante, ma quello
solcato da occhi di medico che inquadrano e riflettono realta'
sfaccettate della nostra professione celate ai piu'. Portiamo con noi
WHOLE progetto pionieristico di terapia integrata oncologica stampato
piu' nelle nostre menti che sui Power Point, che lo mostreranno nella
sua interezza ai nostri colleghi ed interlocutori cinesi, di certo
incuriositi e mi auguro, dopo, anche affascinati dall'esposizione. WHOLE e' la nostra ENTERPRISE, speriamo che ci guidi lontano....."

Riceviamo e pubblichiamo dal nostro Prof. buona lettura.....

IL VIAGGIO DI ANDATA I PARTE
Partenza soft da una Roma imbronciata di nuvole bianconere che minacciano, ma non scaricano il loro livore, ci inoltriamo nel buio chiazzato di stelle circondati da hostess multietniche vestine di tailleur marrone e cappellino con balsa bianca che discende a velare un quarto di lato del loro volto sorridente. Lo sguardo di Niccolo', il biologo molecolare, afflosciato su di un libro meningeo, quello di Stefano, il senologo, perso nel vuoto di pensieri non detti, mentre quello vitale di Alessio, tecnico alimentare, che  gira per tutta la cabina alla ricerca della curiosita', e infine il mio, di crisalide medica, che si posa sul cappellino ritorto dell' hostess di portamento elegante che offre panni caldi ed umidi per alleviare sudori e tensioni: sguardi che riflettono attimi di vita, vitale, diversa.
Ed e' subito cena o per meglio dire assaggio di cena di qualcosa che potrebbe ricordare la patria gastronomia, ma alla quale la parola disastro non e' altro che un complimento.
Farfalline da bambini tinte di pesto, solo anonimamente pestato, con baby mozzarella finta  e pomodorino secco verace.
Compressa di pollo che fa venire l'acquolina pensando ai pulcini di Francesco Amadori condita con salsa di peperoni commestibile, broccoli gommosi scrocchianti e cosa di patate.
Da aggiungere una salsa di pomodoro che se non fosse per il colore ricorderebbe un limone dal sapore di plastica.
Per fortuna c'e' una specie di burro trans da spalmare su dei crakers e sul del pane seminato.
Infine il dolce : una sedicente mousse al cioccolato.
L'assaggio per mia curiosita' di gusto: un soffio di niente racchiuso in una schiuma da barba bruna di nome cioccolato e di cognome sarchiapone.
"Ma non sarebbe meglio servire due fette di pane con l'olio extravergine?" chiedo ai miei agli altri WHOLE, risatina e risposta "....e ai cinesi di cosa andremmo a parlare?".
Ci addormentiamo come salami appesi ad una trave, l' uno dopo l'altro.
Ci svegliamo, catapultati a Dubai ho il coraggio di cambiare 10€ per un espresso da CARLUCCIO'S, rinomato bar italiano farlocco nell'hangar infuocato di Dubai.....lasciamo perdere il valore di 4€, il resto e' piu' schifezza che altro, seppur zuccherata da gentile servizio....ma non erano meglio e meno costose due fette di pane all'olio e un bicchiere acqua e vino?

IL VIAGGIO DI ANDATA  II PARTE
Imbarcati per Shanghai con condizionatori a palla, alla faccia di legionelle e sinusiti, il personale di bordo si affanna a fornirci il menu' del pranzo si passa da un gommoso salmonato con verdure alla julienne ad un presunto beef bagnato di salsa aromatica all'orientale accompagnato da riso e verdure commestibili: forse su quel pane con l'olio ci starebbe bene un pomodorino "on".
Dormicchio tra Frankstein Junior e Odissea nello Spazio, finalmente in lingua originale, e mi accorgo di essere passato negli studios di Los Angeles: il giorno cede alla notte nello oblo', di colpo, grazie alle fusa del tempo, mentre il mio orologio segna le 15 di pomeriggio italico. Altro intermezzo: un panino al prosciutto presunto o defunto cotto e due triscotti al cioccolato e nocciole, meno male che non ci hanno servito il pan con l'olio, sarebbe stato troppo.
Arrivati alle ore 22 locali, 16 italiane, ho corso il rischio di non entrare per la foto del passaporto con molti capelli cinerei e non bianchi come gli attuali, meno male che non avevo la foto con i boccoli dorati.....
Arrivati in albergo in tempo per una penichella, poi si parte per giocare duro...





Share · Facebook · Twitter · LinkedIn
 
 
L'Oriente de La Degustazione - Shangai 2015

L'ORIENTE DELLA DEGUSTAZIONE 

Ragazzi stiamo arrivando in Asia per parlare di una eccellenza italiana: l'olio extravergine di oliva e le sue proprietà e caratteristiche "... farmacologiche".

L'oro verde sarà al centro del viaggio che il nostro Flavio Di Gregorio si accinge a intraprendere nei prossimi giorni in Cina. Flavio sarà a Shanghai per una serie di convegni dove parlerà delle caratteristiche del nostro olio, sperando di aprire importanti canali anche commerciali alle straordinarie eccellenze dei nostri produttori....

Il popolo cinese, attento da sempre alle caratteristiche salutistiche del cibo, sarà pronto per sentir parlare di un alimento con caratteristiche uniche per il nostro organismo, tali da farlo considerare in primis un farmaco.... sapete che in alcuni Paesi l'olio extravergine è venduto in Farmacia?

La Degustazione, grazie agli studi condotti in questi anni in prima persona dal Dott. Di Gregorio in collaborazione con importanti laboratori universitari, si spinge nel continente asiatico portando una delle nostre eccellenze oltre i confini dle nostro Paese, con la passione, l'imparzialità e anche la competenza che ci contraddistingue.

Ecco cosa ci racconto Flavio del prossimo viaggio:

"Se all'inizio del progetto alimentare de ladegustazione.com mi avessero detto tutto quello sarebbe successo in questo ultimo anno non ci avrei ne creduto ne mai scommesso. Programmi televisivi, due diplomi in sommelier di olio extravergine di oliva ed in assaggiatore di formaggi, divulgazioni con degustazione, nuove aperture di mercato, tutti relativi rispetto all'avventura emozionale che mi accingo a vivere dal 15 al 23 giugno in quel di Shanghai.
Una visita che mi portera' a parlare in Universita' di olio extravergine di oliva come prodotto di prevenzione e di coadiuvante in terapia oncologica nell'ambito di un progetto di studio bipartisan Italo-Cinese".

Ancora Flavio alla vigilia della partenza:

"Siamo alla vigilia della partenza verso l'ignoto : il mondo della Cina, di certo non quello conosciuto in TV ne visto con la spensieratezza del turista o con la bramosia del commerciante, ma quello solcato da occhi di medico che inquadrano e riflettono realta' sfaccettate della nostra professione celate ai piu'. Portiamo con noi WHOLE progetto pionieristico di terapia integrata oncologica stampato piu' nelle nostre menti che sui Power Point, che lo mostreranno nella sua interezza ai nostri colleghi ed interlocutori cinesi, di certo incuriositi e mi auguro, dopo, anche affascinati dall'esposizione.
WHOLE e' la nostra ENTERPRISE, speriamo che ci guidi lontano....."


Se volete saperne di piu' leggete quello che sara' il diario di viaggio di Flavio oppure non vi resta che aspettare il suo ritorno.
Un saluto e buon viaggio.
Flavio e Pierfrancesco




Share · Facebook · Twitter · LinkedIn
 
 
VENEZIA 71: LaDegustazione.com E LE ECCELLENZE ITALIANE

LaDegustazione.com ha partecipato alla 71 Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia come partner di AGIS alla Casa dello Spettacolo e con immensa gioia e gratitudine ha divulgato il proprio intento di far degustare olio o vino di qualità accompagnati da cibi appropriati. Da quando è stata fondata La Degustazione, la voglia di arrivare alle persone, attraverso la divulgazione con degustazione, non ha mai abbandonato i soci fondatori. Infatti questa è un’idea sicuramente innovativa che potrà permettere alle aziende di rivolgersi in prima persona a La Degustazione e lavorare insieme per un progetto davvero notevole e stimolante. Divulgazione della materia prima alimentare con degustazione: questo è l’intento de LaDegustazione.com, far capire alle persone da che cosa è composto l’alimento e quali siano anche le sue proprietà salutistiche.                  

A Venezia oltre alla presenza di eccellenze in ambito cinematografico, si sono avute anche eccellenze enogastronomiche. LaDegustazione.com è stata intervistata da Ilaria Rebecchi di Open Sky, alle cui domande ha dato risposte precise e puntuali uno dei soci in campo: Pierfrancesco Argentino. 

Il progetto de La Degustazione è un progetto – spiega Pierfrancesco Argentino - che nasce dalla passione di due amici toscani che hanno perseguito l’intento di ricercare aziende con prodotti d’eccellenza nel mondo del vino, dell’olio e del cibo in generale, fatte entrare nel loro portale per avere la possibilità di crescere e di esporsi al compratore attraverso la divulgazione che avviene appunto tramite la degustazione. IL legame con il mondo del Cinema è basato sulle “emozioni”: quelle che si provano vedendo un film o bevendo un bicchiere di vino speciale o assaggiando un olio pregiato.

Interviene durante l’intervista anche Roberto Magazzini del Comune di Suvereto, che spiega come è entrato in contatto con i soci de La Degustazione, e quali sono gli intenti di un coltivatore e produttore che si vuole aprire al grande mercato dei compratori di prodotti buoni e soprattutto genuini.

Buona visione!








Share · Facebook · Twitter · LinkedIn
 
 
L'Oriente de La Degustazione - Il Diario di Viaggio - In Cina - Shangai 2015

IN CINA..... I e II GIORNATA         

I GIORNATA
Sotto scrosci di acqua tropicale mi addormento svegliato dopo una manciata di ore dalla voce gracchiante del nostro accompagnatore che mi avvisa che il volo mattutino per Xiang Jang e' stato cancellato  e dobbiamo aspettare il successivo, salpando alle 14 dall'albergo : che goduria possiamo riposare ancora.....
Mattina dedicata a riflessioni e discussioni su WHOLE chiave di salute nonché di mercato oleario. Mi cambiano lo sfondo delle mie diapositive in modo da uniformarne l'eloquio, da graffito grigionero in un bianco smorto dove i miei colori svaniscono e la mia creativita' affonda, smoccolando mentalmente, mi adatto.
Andiamo in aeroporto per prendere il volo per Xiang Njang. Volo in ritardo, nell'attesa andiamo al bancomat a prelevare.
Tutti prelevano io no.
Maledico il Monte dei Fiaschi nonostante mi fossi premurosamente accertato di non avere problemi in tale senso....ahime'
Gli altri vanno a mangiare un boccone, si fa per dire, io cerco di cambiare euro ad una macchinetta, mi avvicinano due ragazze che mi sussurrano elemosina, ben vestite, ed uno che mi mostra cellulari di sotterfugio...li mando....in China....
Ci ricongiungiamo, poi attendiamo e solo con 5 ore di ritardo partiamo per la nostra destinazione.
Sull'aereo Easy e Getta locale ci danno del riso in bianco con.....chiedo pesce e mi danno il pollo, amo sempre di piu' i pulcini di "Fransesco Amadori", aggiungono bustina di plastica scaduta da oltre un mese con germogli di soya ed un'altra con arachidi mezze rancide, poi 3 minisusine secche e ed una bananina filippina che rispecchia le dimensioni della razza.....di questi tempi vecchio mio si' che finalmente dimagrirai.....
Ci accoglie all'arrivo il nostro anfitrione chiamiamolo Luigi e la signora Assunta.
Facciamo due chiacchiere in auto.
Xiang Njang e' una piccola cittadina di circa un milione di abitanti e nonostante l'ora le 22.30 pullula di gente.....
Da domani mi attendono quattro giorni in due o tre ospedali intriso di consulenze e di presentazioni sull'extravergine che solo olio e'......

II GIORNATA
Sveglia alle 7.30... Poi colazione piena di vegetali, a proposito da proporre in Italia le "alachidi bollite", uova "flitte" e spaghetti piccanti, da bere solo succo di arancia allungato con acqua. Ci accompagnano in ospedale, ci danno il benvenuto nella sala consiliare e ci frazionano ognuno di noi con un gruppetto di medici e cominciamo a parlare. La maggior parte di loro parla un inglese piu' simile al cinese, mentre io sfoggio un inglese imperiali from Italy, forse parliamo a vanvera, ma ci intendiamo e faccio anche bella figura.
Mi scortano nel dipartimento di Radiologia e mi mostrano l' ecografista radiologo che sta facendo un ecocardio, di cardiologica italiana competenza ed una ecografia ostetrica di pertinenza italica ginecologica: mi sembra di sognare, dopo aver detto tutto quello so fare, ed essermi un po' pompato, mi ritrovo con gli unici due esami ecografici che fanno gli altri miei colleghi ed io no.
Mi rifaccio con la TAC noto che pur avendo apparecchi sofisticati non li usano per le loro potenzialita' faccio capire gli errori commessi e mi sottopongono due casi: ottengo consensi.
Mi aspettano domani mattina e pomeriggio per tac ed ecografia articolare e muscolare.
Pranziamo nella sala privata accanto alla mensa: stupenda location tavolo rotondo su cui girano pietanze di carne, pesce e vegetali distanti anni luce dai pasti delle note gargotte cinesi in Italia.
Ci forniscono posate, ma ci sforziamo a mangiare con le bacchette, e per solo noi ci cucinano una fettina di manzo con salsa di soia ed un uovo fritto, che non possiamo rifiutare nonostante tutto il resto. Da cento e lode la zuppa di granchi ed altro, non indago tanto non lo sanno o non ce lo vogliono dire, superba in digeribilità' e dissetante, sara' a base di pesci alieni?
Ci riportano in albergo per una pausa.
Alle 15 va in onda WHOLE.

Arrivo in ritardo in quanto cooptato in Urologia per un caso clinico, quando vengono avvertiti che  io devo parlare e per primo mi catapultano nella sala consiliare.
Spiego le proprieta' nutrizionali e farmacologiche  dell'olio extravergine che loro non conoscono, mentre Niccolò' e Stefano la dieta mediterranea,  lo sviluppo e l'attuazione del progetto.
Poi Niccolo' viene letteralmente risucchiato per tornare a Shanghai per una lettura Magistrale sul grano saraceno da svolgersi all'indomani.

Faccio degustare un olio extravergine di altissima qualita' pugliese in dei bicchierini di carta: facce sconvolte e stranite al sapore, ma sono dei bravi degustatori, non e' facile assaporarlo, senza pane per giunta, e soprattutto se mai conosciuto: mi sembro un po' Marco Polo all'incontrario, sono io che porto, ma non prendo.
Rimaniamo a discutere sull'attuazione del progetto con tante incognite comprensibili da parte loro: il costo dello sviluppo e' alto come l'unicita' mondiale del progetto richiede.


Poi di nuovo a mangiare per la cena, mi chiedono se preferisco del vino cinese, abbocco per curiosita' di gusto, ci casco e dico di si'.
Ceniamo con del distillato cinese di frumento a 42 gradi, aromatizzato.
I piatti esposti nel tondo del tavolo sono differenti da quelli prandiali, ma gli ingredienti gli stessi.

Sbanchettiamo sbecchettando il cibo e poi iniziano a fare i brindisi di benvenuto ai quali non puoi sottrarti con dei mini bicchierini da 3 cc.
Intorno facciamo per ricordare al dodicesimo bicchiere ci arrendiamo, sapendo che devono vincere loro o non si finisce piu'......
Poi saluti saluti, a domani con tutti i conviviali......
Considerazioni odierne: gli ospedali sono fatiscenti come quelli che una volta c'erano a Roma, con camerate ricolme, ma ordinate; i miei colleghi sono molto volenterosi, ma mancano di metodo nel fare, hanno bisogno di un allenatore......non saro' mica io?

P.S.  il dott. Magno esperto di arte agopuntoria cinese ha richiesto per se, per il giovane Alessio e per il sottoscritto un massaggio cinese.....ah ah vecchio marpione ho pensato....e mi sono sdocciato pensando alla bella cinesina che fa i massaggi....dopo circa un'ora dalla richiesta ho sentito il vociare di donne con tanto di scampanellata alla porta della mia camera....ho aperto sornione la porta pensando al "buonaseeera" di una datata pubblicita'.....ma la segretaria del nostro anfitrione tuffandosi in camera mi ha detto "ad un professore diamo un massaggiatore professore"....e' entrato un segaligno tuttonervi che mi ha strapazzato per una mezzora tutte le giunture e masse muscolari....in particolare mi ha talmente strizzato la testa che penso di aver riversato sul letto tutte le idee che fluttuavano dentro , che spreco.....dicono che il massaggio faccia un gran bene, ma alla fine ho un gran mal di testa....buonanotte diario di bordo, mortacci tua...
Non voglio aggiungere altro visto che dopo 30 minuti e' ritornato il professore a finire il massaggio....mi hanno detto che usano solo le mani e non i piedi per massaggiare i cinesi....allora quella III pressione nella mia schiena oltre alle due mani che cosa era?....non oso rispondere....






Share · Facebook · Twitter · LinkedIn
 
 
La Degustazione in Sicilia. Parte II. Olio, vino e dolci......

Olio extravergine di Nocellara ed Etna Rosso da nerello mascalese.

Nel corso della nostra permanenza nei dintorni dell'Etna (la montagna
come lo chiamano da queste parti) abbiano scoperto, alle porte di
Randazzo, un'antica dimora nobiliare, risalente agli inizi del
novecento, edificata su una preesistente costruzione del 19 secolo:
Feudo Vagliasindi.
La proprietà è stata ristrutturata completamente nel 2009 ed è attualmente condotta dai fratelli Corrado e Paolo Vassallo.
La vista dell'Etna dal Feudo è incredibile.

La proprietà conta anche su 10 ettari coltivati in parte a vigneto e in
parte uliveto dove si produce il cultivar Nocellara etnea.
L'olio
ci ha colpito per la freschezza dei suoi profumi di erba appena
tagliata ed il carattere che dona la terra vulcanica. Un ottimo olio,
complimenti Corrado.
A breve la recensione dell'Etna Rosso.

Randazzo. Antica Pasticceria da Arturo.
Eccoci a Randazzo, su
consiglio di Mariolina che dietro nostra richiesta ci ha indirizzato a
provare i cannoli "espressi" della pasticceria Arturo.
Arturo è una
pasticceria storica fondata dal nonno dell'attuale proprietario, il
simpatico signor Arturo (stesso nome del nonno come da tradizione), che
sforna delizie per il palato e per gli occhi.
I cannoli sono veramente espressi ovvero riempiti al momento nelle
cialde che vengono preparate artigianalmente da Arturo. Le cialde
possono essere riempite con crema, cioccolato o la tradizionale ricotta
(per noi la migliore).
Cialda croccante, ripieno freschissimo, cosa chiedere di più?
La degustazione non è finita qui....

Passiamo alla granita di mandorle con panna... e brioche....che
momenti, che ricordi, granita cremosa, le mandorle rigorosamente
siciliane...una brioche fantastica...


Infine non abbiamo potuto non assaggiare (vuol dire che li abbiamo
assaggiati) i dolci di pasta di mandorle di Arturo: apoteosi....
Croccanti fuori e con una pasta che si scioglie in bocca...

Conclusione: abbiamo ingaggiato Arturo che per Natale preparerà i suoi dolci per i cesti natalizi de La Degustazione





Share · Facebook · Twitter · LinkedIn
 
 
L'Oriente de La Degustazione - Il Diario di Viaggio - Back home - Shangai 2015

V E VI GIORNATA
Giornate di visita al centro ospedaliero che concentra tutti i pazienti oncologici della provincia.
Visitiamo il reparto di chirurgia senologica ci sono circa 60 anime che ci guardano con occhi immersi nella curiosita' della speranza, non e' di tutti i mesi vedere occidentali qui all'interno della struttura, ci sorridono ed accennano a saluti sempre circondate da quella estrema riservatezza orientale.
Ci mostrano il club che le pazienti hanno fondato per stare insieme e cercare di sconfiggere la malattia, almeno in questo le nostre donne sono simili: unite nella cattiva sorte con la speranza di farcela il piu' possibile perdendo solo il minimo lungo la strada della sopravvivenza, con il sorriso di chi vorrebbe ancora viverlo, ma senza paura.
Mostriamo WHOLE, piu' a parole che con il Power Point, al chirurgo capo del dipartimento una donna molto decisa ed intelligente che ci fa molte domande sensate.
Poi andiamo a pranzo con i dirigenti dell'ospedale e con la caposala del reparto che si diletta in scalate montane; assaggiati "boccioli di fiole giallo" ottimissimi, ma di cui non sapro' mai il nome.
Come tutti i pranzi d'onore facciamo innumerevoli brindisi: da evitare se possibile con il vino cinese, bevanda superalcolica di 42 gradi fatta con cereali, ma al sapore aggiungerei....non solo.
Prendiamo il treno di fretta e spuntiamo in una bagnata Anhui appena 7 milioni di persone e caotica come le altre nel traffico.
L' uscita dal treno iperveloce e' un esodo di centinaia di persone che si accalcano senza mai darsi fastidio, per uno come me che soffre di agorafobia e' un calvario controllato.
Fuori dallo sciame andiamo in albergo ed e' subito cena con tanto di direttore generale dell'ospedale oncologico che del megagalattico direttore generale, uomo schietto e colto che conosce l'Italia e le sue eccellenze.
E giu' di nuovo brindisi su brindisi: calcolate tutti i pranzi e le cene fatte.....ho quanti "bicchierini" abbiamo fatto fuori?
Una cosa ricorrente nei vari incontri mangerecci avuti e che mi turba e la loro voglia di conoscere papa Francesco, ne sono entusiasti sia i cristiani solo 27 milioni che coloro che non credono, ma sperano.
Mi chiedono di poterlo vedere, di salutarlo e pure di essere toccati sulla testa da lui a mo' di benedizione: mi auguro di aiutarli ad esaudire i loro desideri, ma necessito dell'aiuto di un Grande Amico.
Domani ci attende l'ultima impresa.
Al mattino Stefano in sala operatoria io in radiologia tra MRI ed ecografie muscolo-scheletriche: altro giro, altra posta, altri esami.
Nel pomeriggio presentazione di WHOLE, verso il quale mostrano un grande interesse, come del resto tutti coloro che ci hanno ascoltato, poi iniziera' il ritorno verso Enotria, tale di nome e di fatto per quanto stupidi noi italiani siamo a non sfruttare le nostre potenzialita' di eccellenza sotto tutti punti di vista, schiavi di un sistema insignificante a livello internazionale.
P.S. E' giunto l'ultimo appello per riguadagnarci in modo LIBERO la nostra' italianita'.
Viva l'Italia viva l'onesta'.

RITORNO AL PASSATO : LA CINA CONSIDERAZIONI DI UNA SPREMUTA SETTIMANALE
La Cina che pensiamo di conoscere in Italia attraverso negozi da un "tutto un €ulo" e ristoranti per lo piu' di scarsa qualita', e' solo una nostra realta', come quando diciamo che i cinesi presenti nel nostro Paese "sono tutti uguali".
La risposta e' che provengono dalla stessa regione, se non dalla stessa citta', se non dallo stesso clan familiare.
Qui sono diversissimi tra loro, per lo piu' alti come la nostra popolazione, con volti interessanti e con tagli di occhi che vanno dal modello "bovino" occidentale sino allo stretto forte "lappone".
I ragazzi fisicamente assomigliano ai nostri, vestiti come loro, ma molto più' controllati nei modi e gentili se hai bisogno di aiuto.
Grazie al cielo non portano gli orecchini ed piercing, abbrutimenti culturali che non appartengono ne alla nostra ne alla loro antica cultura, ma solo a quella tribale barbarica di etnie non nostre.
Le ragazze sono per lo piu' belle slanciate, magre, con gambe dritte in contrasto a quanto pensiamo di "stecchi ritorti", donne affascinanti nel modo di porsi.
La maggior parte dei cinesi non porta gli occhiali, altro limite superato, da una dieta piu' varia.
Speriamo che si mantengano cosi' a lungo e che per antagonismo con il mondo occidentale non si facciano traviare dai nostri comportamenti.
Mi fa paura una Cina trasformata in una Grande Italia uguale in un Grande Casino.
Questo e'un paese in accelerata espansione, passato in una manciata di anni da povero ad estremamente ricco.
Sono piu' lungimiranti di altre popolazioni che hanno avuto lo stesso viatico e non si sono fatti fuorviare dal divertimento da "Paese dei Balocchi", ma hanno subito investito in super tecnologia per affiancare i paesi guida mondiali Corea del Sud, Giappone, Usa....
Questo ha comportato un prevedibile svantaggio,  cioe' quello di avere persone che interagiscono con l'alta fedelta' assoluta senza, pero', aver mosso passi infrastrutturali progressivi per arrivarci, per cui mancano di metodo nell'affrontare il problema dalla base verso l'apice, e questo loro lo sanno. Tutto cio' lo ho appurato personalmente negli ospedali visitati: hanno bisogno di allenatori super selezionati che li portino a risultati eclatanti nel minor tempo possibile per diventare i leader mondiali, e questo spiega la loro iperselezione nel personale che mano mano si sta affacciando nel loro territorio, proponendosi.
"Vogliono il miele senza essere punti dall'ape" dice il saggio ......
Questo rispecchia anche quello che e' successo al sottoscritto, messo alla prova della veridicità' dei fatti.
Possiamo arrivare li' titolati professori megagalattici supercazzolosi ( come il piu'grande di tutti che apparso all'improvviso nella mia vita professionale che disgusto....e che sfiga...), con tanto di raccomandazione e fanfara, ma se sei un semplice quaracqua', e da Noi ce ne sono veramente tonnellate, vieni segato alla grande e rispedito al mittente.
Sono, inoltre, molto attratti da chi sa veramente fare e glielo dimostra, lo guardano con rispetto e ne cercano l'ingaggio.....speriamo che almeno sia lo stesso di Lippi o di Allegri.....o no?.



Share · Facebook · Twitter · LinkedIn
 
 
L'Oriente de La Degustazione - Il Diario di Viaggio - In Cina - Shangai 2015

IN CINA ... III e IV GIORNATA  

Giornata particolare l'odierna. Svegliato con un torcicollo da duplice massaggio cinese ci aspetta una giornata dedicata all'Ospedale di Xiang Yang. Stefano conduce un intervento di mastectomia radicale per tumore, mentre io vengo pilotato in radiologia a mostrare come si fanno le ecografie muscolo-scheletriche e i Doppler dei vasi periferici, che non vengono eseguiti in questo ospedale.
Il mio modello e' uno studente di medicina molto pudico che neanche la camicia si vuol far togliere, viene convinto e cominciamo.
Finita la dimostrazione vengo subissato da almeno 6 ecografie di spalle e di polso a colleghi radiologi mezzi acciaccati di eta' compresa tra i 30 ai 45.
Faccio una deduzione e gliela dico: lavorate di meno!
Qui lavorano anche di domenica come un giorno feriale e si fermano un po' a febbraio per il loro capodanno.
Poi vengo rapito da una giornalista e mi fanno un'intervista per la TV locale che la trasmettera' alla TV di Stato.
Poi tutti a pranzo dove servo olio extravergine di oliva su riso bollito.....grande successo per non sola ospitalita'.
Pomeriggio di consulenza su casi urologici, poi salutiamo tutti gli amici che ci hanno ospitato nel nosocomio e via in treno per Wu Han citta' di 10 milioni di persone che assomiglia a New York spazzando via l'aria di provincia in cambiamento di Xiang Yang.
Grattacieli da brivido colorati come se fossero in pieno Natale, una vita stradale piu' regolata che in provincia ( meno suoni di clacson e rispetto del semaforo rosso ).
Sono al 22 piano: dire camera con bagno e' restrittivo, con visuale su grattacieli vicini, veramente da sogno qui all'ASIA Hotel.
Nota positiva: del professore del massaggio nessuna traccia....
Domani giornata importantissima per noi e WHOLE ci ascolteranno in molti qui di fronte all 'albergo nel piu' grande ospedale della citta' 5000 posti letto......
Buona fortuna ragazzi in WHOLE alla balena!

IV GIORNATA

Oggi giornata di festa in Cina: la Barca del Dragone dedicata al loro poeta padre della lingua, non mi chiedete il nome, non lo hanno chiaro neanche loro. Ci rechiamo al Tongji  Hospital un colosso da 5000 posti letto con circa 1200 medici e 3000 infermieri.
Siamo accolti dal Direttore Generale che ci da' il benvenuto in sala riunioni come si conviene alle autorita' politiche di Stato disposti gli uni difronte agli altri con microfoni e rispettivi interpreti, il nostro e' ovviamente l'anfitrione Luigi.
Ci proiettano il loro Ospedale Universitario a 360 gradi comprensivo di risultati clinici, scientifici e quanto altro comprese in ultimo foto di delegazioni di Paesi importanti arrivate in Cina e che collaborano con loro.
Manca l'Italia e penso, visto le foto di rito che abbiamo fatto nella prossima presentazione ci saremo anche Noi.
Il Direttore Generale gia' conosce il nostro Policlinico per una visita fatta due anni orsono e  riconosce Stefano che lo ha accompagnato nell'occasione.
Ci scambiamo regali come da protocollo di Capi di Stato.
Parliamo faccia a faccia del progetto WHOLE, si dimostrano interessati, ma il maggior interesse lo riceviamo nel giro di visita del nosocomio, da una splendida dottoressa senologa che parla un ottimo inglese alla quale illustriamo in una saletta la nostra futura, mi auguro, collaborazione; e' presente al colloquio anche la responsabile del Comitato Scientifico che appare molto motivata.
Ci invitano a pranzo nel nostro megagalattico albergo e parliamo ancora del progetto, si dimostrano ulteriormente interessati.
Siamo soddisfatti li aspettiamo da Noi tra settembre/ottobre speriamo che capiscano fino in fondo il significato di questa pionieristica ricerca medico/nutrizionale.
Finito il pranzo prendiamo due treni di corsa, meglio dire che i treni vanno di corsa oltre 300 Km orari e dopo circa 4 ore di viaggio arriviamo a Xuzhou famosa citta' antica della dinastia Han, e regno del nostro Luigi.
Breve sosta in albergo,spettacolare, 6 stelle ed oltre.
Subito a cena con il Direttore Generale dell'ospedale locale compagno di studi del nostro anfitrione medico.
Ci portano in un locale  pittoresco che se lo vedessero i nostri NAS non ne uscirebbero mai, ma il bello della Cina e' quello di sorprendere come la cena squisita e ricercata nei piatti tipici locali.
La cosa eccezionale e di cui mi sono scoperto goloso sono le cicale abbrustolite, proprio quelle che gracchiano d'estate sugli alberi, e non quelle che qualche navigato aretino oserebbe pensare.....
Fantastico il variegato menù vegetale speziato, i gamberi di fiume e i pesci, freschissimi, appena pescati dalla vasca posta all'entrata del locale; beviamo birra e succo di cocomero, separati ovviamente, parliamo e ci divertiamo.
Finita la cena tra lo sparare in aria di fuochi d'artificio per festeggiare la Barca del Dragone Luigi offre per tutti.....un bel massaggio cineseee...Ripenso e mi vengono in mente le appena passate sofferenze.
Ci accolgono,  in un posticino nascosto in un vicolo, i nostri massaggiatori, quasi tutti ciechi.
Ci fanno sdraiare sul lettino vestiti e senza scarpe ed iniziano.
Chiudo gli occhi pensando "addio mondo semicrudele".
Siamo quattro salami appesi nelle loro mani.
Devo dire che questo massaggio e' stato diverso dal precedente, piu' professionale e più delicato nella sua rudezza, ho sentito proprio toccare dalle mani in continuo movimento punti corporei diversi e che mi raccontavano qualcosa: ne sono uscito rilassato e nemmeno troppo indolenzito, mi sembra di aver riconosciuto dopo anni il mio corpo, ricordo che sembrava svanito.
Grazie Luigi, Grazie di TUTTO.

P.S. Riflessione della giornata : grande giornata di festa anche per Noi, siamo soddisfatti di quello che stiamo facendo e di cio' che proponiamo di avveniristico, e' come traghettare la nostra Barca nel mare del Dragone ed io sono molto contento di questa esperienza vada come vada.....in piu' oggi ho ritrovato finalmente il mio corpo e mi sembra anche di udire un tenue motivetto che sibila dalle mie viscere" e le cicale, cicale cicale cicale......"




Share · Facebook · Twitter · LinkedIn
 
 
SARVOGNUNO 07.05.2015 dalle 17.00

Il 7 MAGGIO 2015 in onda su Radio Popolare Roma 103.30 FM ed anche in streaming si parla de LaDegustazione.com

Il programma radiofonico sarà condotto da Giorgio Tirabassi e Pier Paolo Mocci.

Oggi dalle 17... ci saremo anche noi in diretta per
raccontare il nostro progetto ....
stay tuned....

Ascoltaci in streaming dalle 17

http://www.radiopopolareroma.it/streaming

LaDegustazione è sponsor della trasmissione. Ascolta al minuto 3.12 il nostro spot...
https://www.mixcloud.com/Rock_AM/sarvognuno-5-un-programma-di-giorgio-tirabassi-e-pp-mocci-ospite-speciale-gigi-proietti/



Share · Facebook · Twitter · LinkedIn
 
 
DIVULGAZIONE CON DEGUSTAZIONE: INTERVISTA

Il dott. Flavio Di Gregorio è ricercatore confermato dell'Università Cattolica, è sommelier di olio, insegna olio extravergine in un'affermata scuola di cucina romana. Da alcuni anni si occupa di "Divulgazione con degustazione" di materia prima alimentare e dei suoi derivati, e per tale motivo è stato ospite della trasmissione televisiva Sole Estate di Rai Uno nella puntata del 12 agosto scorso.

Di seguito una breve intervista che consentirà di chiarire alcuni punti fondamentali riguardanti il lavoro svolto dai soci de La Degustazione.

Dottore che cos'è la divulgazione con degustazione?

È spiegare alla gente la composizione biochimica e le proprietà salutistiche di un alimento, rispondere alla domanda "cosa sto mangiando?" per poi giocare tutti insieme a degustare le diverse varietà di un prodotto che sia olio, mela, pomodoro o altro e commentarne i profumi ed sapori avvertiti.

Parliamo ora di olio extravergine di oliva (EVO): che cos'è realmente l'EVO?

La maggior parte di noi pensa che sia un semplice condimento, in realtà è un alimento grasso, il più salutare presente in natura e meglio tollerato dall'apparato digerente.

Inoltre è una miscela di sostanze benefiche perfettamente bilanciate ed è ricco di antiossidanti.

Infine è un condimento dal sapore amaro, fruttato e piccante con bilanciamento diverso a seconda della tipologia di pianta.

In Italia esistono più di 500 varietà di ulivi di cui solo un centinaio produttive. Come per il vino ci sono i monovarietali, come il sangiovese, il merlot, ecc. Nell'EVO ci sono monocultivar come il leccino, frantoio, ecc.

Com'è composto l'EVO?

Per il 98% è costituito da grassi e per il 2% da polvere "magica".

Quali sono i grassi presenti nell'olio?

Cere, fosfolipidi, gliceridi parziali, acidi grassi liberi, NON CONTIENE COLESTEROLO, vi sono omega 6 ed omega 3 in rapporto ottimale, ma soprattutto trigliceridi a base di OMEGA 9.

Ahi ahi dott. Di Gregorio: i trigliceridi?

Attenzione, i trigliceridi dell'olio sono costituiti da ACIDO OLEICO omega 9, il GIUSTO MONOINSATURO che, a differenza di altri acidi grassi contenuti in altri oli vegetali, viene facilmente assorbito e bruciato dal nostro organismo è una MOLECOLA STABILE che nel metabolismo non produce radicali liberi (come invece l'omega 3 ed l'omega 6, che sono acidi grassi essenziali, cioè che dobbiamo assumere in natura come le vitamine in quanto il nostro metabolismo non è in grado di produrli).

Cosa sono i RADICALI LIBERI?

Sono prodotti di scarto del nostro metabolismo, MOLECOLE ALTAMENTE INSTABILI RESPONSABILI del nostro INVECCHIAMENTO, della comparsa di varie tipologie di CANCRO e malattie come il morbo di ALZHAIMER e di PARKINSON, molecole che ossidano il nostro corpo, che ci arrugginiscono proprio come un chiodo.

Ma che rimedi abbiamo per contrastare tutto questo?

Nell'olio troviamo la VITAMINA E e i BIOFENOLI potenti ANTIOSSIDANTI.

I biofenoli?

La "polvere magica" dell'EVO, il sempre giovane, l' antiAlzhaimer e l'anticancro, se assunti quotidianamente. Sono presenti anche in frutta, verdura, cacao e the verde, ma nell' EVO ce ne sono molti di più. I biofenoli RAPPRESENTANO la CHIMICA DEL GUSTO, responsabili dell'amaro, fruttato e piccante tipici del sapore dell'EVO.

La vitamina E e soprattutto i biofenoli diminuiscono mano mano che l'olio invecchia, e questo spiega perché un olio nuovo é molto piccante, mentre dopo qualche mese non lo è più per fenomeni di ossidazione.

Allora come possiamo ritardare l'ossidazione dell'EVO conservando le sue proprietà?

I nemici dell'EVO sono la luce, la temperatura e l'aria, cioè l'ossigeno, per cui la migliore conservazione si ha al buio, a temperatura di cantina (14/16 gradi) e perfettamente isolato dall'aria come nei contenitori di acciaio o di vetro scuro.

Il gioco della Degustazione dell'EVO con quali tipologie di oli viene fatto?

Esclusivamente con oli di eccellenza, mono o multivarietali, dai diversi sapori come quelli da me selezionati e proposti nella parte commerciale del sito, utilizzati solo per il condimento a crudo, e non per cucinare, altrimenti la cottura li ossida e quindi perdono le loro proprietà farmacologiche...perché sprecarli? 

IL PARADOSSO è che noi spendiamo per una bottiglia di vino al ristorante, una bevanda alcolica, e quindi non molto salubre nonostante contenga alcuni biofenoli, 10/20/30 € o ancora di più.

Tolleriamo questo costo per passare un'ora in allegria o condividere emozioni, ma non siamo propensi invece a spendere 15/20/25 € per una bottiglia da un litro EVO di eccellenza, elisir di lunga vita, con dichiarate proprietà antiossidanti e farmacologiche. Il loro prezzo di mercato elevato è giustificato dalla loro salubrità.

Dottore, ho l'impressione che attualmente in Italia il valore l'EVO sia sottovalutato, è così?

È verissimo, questo alimento salubre, nutraceutico, unico al mondo, fondamento della dieta Mediterranea, lo troviamo spesso abbandonato sulle tavole dei ristoranti, passa di mano in mano untuoso, senza che nessun cameriere ce lo serva per quello che è il suo valore salutistico, come invece viene fatto per una riserva di Brunello. Da elisir di lunga vita a Cenerentola della tavola; forse è giunta l'ora di cambiare...




Share · Facebook · Twitter · LinkedIn
 
 
La Degustazione e Villa In Canto LA TRAVIATA

La degustazione è lieta di annunciare un'importante collabrazione all'insegna dell'opera lirica e della cultura.

Il 22 marzo 2015 si è svolto il primo evento a Roma di Villa In Canto e noi siamo stati partner e sponsor offrendo le nostre eccellenze a tutti gli ospiti. La Traviata di Verdi.

Emozioni forti. Una rappresentazione bellissima all'insegna dell'emozione quella regalata dagli artisti di Villa In Canto agli ospiti, per la maggior parte stranieri, nello splendido scenario dell'oratorio dell'Arciconfraternita dei Bergamaschi in di Via di Pietra a Roma.

Arte, Musica, Vino, olio e le prelibatezze di affumicati di Sapor Maris, tutto all'insegna del "fatto in Italia".

Con  noi lo spumante metodo classico di Gianni Brignolio, il Pinot nero di Mario Giribaldi, l'olio Emozione di Graziano Decimi e gli affumicati di Tonno e Riccciola di Sapor Maris.

Villa In Canto propone un modo nuovo ed esaltante di vivere l'Opera. Celebri capolavori della lirica in toccanti rivisitazioni eseguite
da cantanti affermati alcuni dei quali hanno già calcato importantissimi palcoscenici quali La Scala di Milano e L’Arena di Verona.
La sapiente regia del M° Riccardo Serenelli mantiene intatta l'integrità e la grandiosità della trama grazie all’accurata scelta dei brani
eseguiti, così da catturare il pubblico per circa un'ora e mezza di rappresentazione. Gli artisti si esibiscono indossando ricercati costumi di scena accompagnati dal solo pianoforte. Parola d'ordine "emozione",
minuziosamente ricercata in ogni istante dell'opera grazie all'abilità interpretativa degli artisti che sono guidati e preparati ad andare
oltre il puro tecnicismo per trasmettere emozioni e riversarle sul pubblico. L’interazione con il pubblico e la vicinanza degli artisti
rendono lo spettacolo ancora più vero. Villa InCanto oggi è presente con le sue stagioni nelle sedi di Roma, Recanati, e Londra.

Complimenti agli splendidi artisti:

Hiroko Morita(Violetta Valèry), soprano

Gianni Leccese (Alfredo Germont), tenore

Ferruccio Finetti (Giorgio Germont), baritono

Riccardo Serenelli (Direttore Artistico Villa InCanto), pianoforte







Share · Facebook · Twitter · LinkedIn
 
 
PROGETTO MATERIA ALIMENTARE: DIVULGAZIONE CON DEGUSTAZIONE

La degustazione.com cerca in ogni modo di coinvolgere i propri lettori per invogliarli a interessarsi ai propri prodotti. Perciò è stato introdotto il metodo della divulgazione con degustazione. Tramite un procedimento di valutazione organolettica dell'alimento si giunge alla degustazione. Questo termine è inteso come un procedimento tecnico finalizzato a determinare in maniera, per quanto possibile, oggettiva le caratteristiche organolettiche dell'alimento, a valutarne la qualità e a stabilirne gli eventuali difetti.

Divulgazione della materia prima alimentare con degustazione: questo è l’intento di un sommelier, far capire alle persone da che cosa è composto l’alimento e quali siano le sue proprietà farmacologiche. 

Per questi motivi La Degustazione.com è lieta di comunicarVi la propria volontà e disponibilità ad effettuare "Divulgazioni con Degustazione a tema" su materie prime alimentari.

Il responsabile del progetto, il dott. F. Di Gregorio, terrà in prima persona questi incontri in cui cultura e sensazioni si avvinghiano in un turbinio di emozioni spiegate. Un conto infatti è andare a tentoni nel buio senza riuscire a capire il perché di certi sapori, tutt'altro è invece avere una guida esperta che conduce passo dopo passo gli interessati per farli arrivare ad un livello più esperto e consapevole.  Il nostro intento infatti è proprio questo: quello di divulgare prodotti buoni e salutari tramite la degustazione, auspicando di attirare il pubblico a consumare prodotti di qualità pensando al proprio benessere piuttosto che ad un minimo risparmio.

Ci rivolgiamo sia ad aziende di eccellenza e di nicchia nella produzione e/o nella lavorazione della materia prima alimentare (olio, frutta, verdura, caffè, mitili. ecc.) e dei loro derivati (aceto, formaggio ecc.), sia ad Associazioni culturali che vogliano approfondire il tema del cibo nelle sue più variegate sfaccettature (dall'alimentazione alla salute, dal costo alla qualità, dalla chimica al gusto).

Per le aziende questa nuova ed unica forma di marketing alternativo salutistico/degustativo può creare il vantaggio del contatto diretto tra prodotto e consumatore tramite il ponte mediatico del medico/sommelier, selezionatore di qualità, che garantisce la salubrità del nutriente propagandala con l'aiuto delle loro peculiari proprietà sensoriali organolettiche.

Questo messaggio culturale/sensoriale lo rivolgiamo inoltre anche a tutte quelle Associazioni che siano interessate a far conoscere ai propri iscritti e alle loro famiglie come sia costituita una specifica e prescelta materia prima alimentare, così da creare un nuovo percorso cognitivo e gustativo che porterà i partecipanti ad esplorare mondi segreti nella galassia dei profumi e sapori del cibo, educandoli quindi a diventare dei consumatori attenti nella scelta dei prodotti alimentari, essendo in grado di distinguere i prodotti di qualità da quelli meno attendibili, soprattutto dal punto di vista salutistico.

Se interessati, è possibile contattare La Degustazione.com tramite l'indirizzo mail: info@ladegustazione.com oppure mandando un sms al numero: 3382636479. I soci de La Degustazione poi provvederanno a ricontattare chi si è mostrato interessato.




Share · Facebook · Twitter · LinkedIn
 
 
Radio NED intervista LaDegustazione.com

Ragazzi, abbiamo raccontato il nostro progetto a Pier Paolo Mocci di RADIO NED.

Ascoltateci sul web al minuto 45.57 dopo la canzone "Ho messo via" del mitico Liga...

https://www.mixcloud.com/Rock_AM/radio-ned-2015-1-un-programma-di-pier-paolo-mocci-con-maura-cenciarelli/







Share · Facebook · Twitter · LinkedIn
 
 
APERICENA DA GUIDO 18 GIUGNO 2015 dalle 19.30 ROMA

Apericena con La Degustazione da Guido's Bar a Roma

Giovedì 18 giugno 2015 ore 19.30

 il secondo appuntamento da Guido's Bar dove abbiamo il nostro corner...in via della Giuliana 45. Un viaggio nei sapori, in degustazione:

"VINI NATURALI E ORGANICI..... VINI VEGANI"

dalla Toscana alla Basilicata una serata all'insegna del bere naturale....

con noi in degustazione:

Chiarofiore TUNIA

Accamilla e Antelio di Camerlengo


Dall'Umbria Salsa di lumache alla Cantalupese e olio Decimi

Dalla Puglia Olio extravergine di Nicola Monterisi 

.... la salsa di pomodoro di Massimiliano Panella

.....ed altre sorprese...

Vi aspettiamo numerosi 

Prezzo 10 euro

Per info e prenotazioni

Info@ladegustazione.com

O direttamente al Guido's Bar

Non mancate...




Share · Facebook · Twitter · LinkedIn
 
 
La Degustazione e i formaggi....

In data 31/5/2015 nel tempio di Adriano a Piazza di Pietra Roma, il nostro Flavio e' stato nominato:

Assaggiatore di formaggio ONAF dal Presidente della prestigiosa associazione, con sede a Grinzane Cavour (CN), Pier Carlo Adami.
A partire dal I giugno il diplomato Flavio e' regolarmente iscritto all'Albo Nazionale degli Assaggiatori di Formaggio.

Il progetto alimentare de ladegustazione.com si arricchisce di maggiore esperienza e professionalita'.

Complimenti e in bocca al lupo a Flavio!



Share · Facebook · Twitter · LinkedIn